Crashing – Serie TV (2016)

di George Kane

con Phoebe Waller-Bridge, Jonathan Bailey, Damien Molony, Louise Ford

Phoebe Waller-Bridge non è un nome o un volto particolarmente noto in Italia. Ed è un peccato. Se avete visto le due stagioni della sua serie TV Fleabag – disponibile su Amazon Prime Video – avrete avuto un assaggio del suo stile dissacrante, della sua verve comica intrisa di malinconia (detto per inciso Fleabag è un piccolo gioiellino che merita un posto d’onore tra le serie TV e dunque vi invito a recuperarla).

Crashing è un’altra occasione per “conoscere” la Waller-Bridge, che ne ha scritto la sceneggiatura. Si tratta infatti di una mini serie in sei episodi di breve durata (io li ho visti tutti in una serata) che ha come protagonisti sei amici che vivono come “property guardians” (in sostanza persone che accettano di vivere temporaneamente in certe proprietà pagando pochissimo ma con la spada di Damocle di uno sfratto che potrebbe arrivare da un momento all’altro) in un ospedale dismesso. Il gruppo è decisamente eterogeneo e vi fanno parte Kate e Anthony, che sono una coppia, la cui unione viene messa in crisi dall’arrivo di Lulu (interpretata da Phoebe Waller-Bridge), amica del cuore di Anthony e di cui Kate è immediatamente gelosa.

Attorno a questo triangolo si muovono gli altri personaggi, tutti estremamente caratterizzati e caricaturati, che condividono non solo gli spazi ma anche l’intimità, visto che niente di quello che gli succede riesce a restare privato ma diventa subito argomento di conversazione durante le cene o i vari momenti di socialità (che non mancano). Il tutto ovviamente virato sul grottesco, senza peli sulla lingua – il linguaggio, i doppi sensi e le  volgarità abbondano – e pensato per strappare più di un sorriso.

Operazione riuscita, visto che Crashing si lascia guardare molto volentieri e durante la visione si ride eccome. Certo non aspettatevi nulla di più di questo, anche perché i rapporti e le dinamiche tra i vari personaggi volano molto bassi e non sono particolarmente originali, ma indubbiamente si tratta di una mini serie TV perfetta per una serata all’insegna del divertimento.

Voto: 6.5