Your Honor (2021)

di Registi vari

con Bryan Cranston, Hunter Doohan, Michael Stuhlbarg, Lilli Kay, Amy Landecker

Che cosa sareste disposti a fare per vostro figlio? È questo l’interrogativo che solleva Your Honor, serie TV in dieci episodi che ha come protagonista Bryan Cranston nel ruolo di uno stimato e integerrimo giudice. Quando Adam, suo figlio di diciassette anni, uccide un coetaneo in un incidente d’auto e fugge senza soccorrerlo, il giudice Desiato tenta di coprire la cosa, affidandosi a conoscenze e favori e sfruttando la non proprio integerrima polizia di New Orleans. Peccato che il ragazzo morto fosse il figlio di Jimmy Baxter, boss della malavita locale e ben poco propenso a non ottenere vendetta, e che l’inscenato furto dell’auto coinvolta nell’incidente porti a un’escalation di menzogne e conseguenze.

Your Honor non è interessante solamente per gli interrogativi che solleva, e che spingono chi guarda a ipotizzare come si comporterebbe se si trovasse in una situazione analoga, ma anche per come è realizzata. Certo le situazioni che si vengono a creare sono spesso poco verosimili ma si tratta di un dettaglio che mi sento di perdonare, perché le puntate viaggiano sempre con un ritmo e un livello di tensione impeccabili. La trama incastra i vari elementi in modo che il pathos non venga mai a mancare, anche per merito di performance degli attori di alto livello e, se potevamo dare per scontata quella di Cranston, merita una menzione anche Hunter Doohan, nel ruolo di Adam.

La sceneggiatura riesce a stare lontana da molti dei cliché del genere e dalla prevedibilità e, puntata dopo puntata, i colpi a sorpresa non mancano. Questo si traduce in una visione appassionante, che invoglia ad arrivare all’epilogo… che poi è il complimento migliore che si possa fare a una serie TV. Intendiamoci, non siamo di fronte a un capolavoro ma indubbiamente a una produzione molto curata sotto ogni punto di vista, appassionante e che si guarda con grande piacere.

Voto: 7