Il paradiso del pavone (2021)

di Laura Bispuri

con Dominique Sanda, Alba Rohrwacher, Maya Sansa, Carlo Cerciello, Leonardo Lidi

Nena (Dominique Sanda) festeggia il suo 70esimo compleanno e, per questo, la famiglia al completo si riunisce. Ci sono proprio tutti: il marito Umberto (Carlo Cerciello), i figli Vito (Leonardo Lidi) – con la moglie Adelina (Alba Rohrwacher) – e Caterina (Maya Sansa, vista recentemente nel pessimo Security), con il suo ex compagno Manfredi che, nel frattempo, ha una nuova fidanzata – Joana – anch’essa invitata. Tra i vari partecipanti c’è anche il pavone del titolo, che si chiama Paco e che è un vero e proprio animale domestico di famiglia.

Nonostante un cast di attori potenti, Il paradiso del pavone risulta inconsistente, ha l’ambizione di filosofare poeticamente sul senso della vita, della morte e della verità… ma si tratta di una sfida che fallisce, perché i personaggi si trasformano in macchiette, rivelando battuta dopo battuta, ciò che nascondono e dove sta la realtà. Il tutto condito da una regia confusa, da tempi morti e poco funzionali e passaggi per niente credibili. Insomma la carica emozionale pensata dalla regista Laura Bispuri fatica ad arrivare al pubblico.

 

Voto: 5