Over the moon – Il fantastico mondo di Lunaria (2020)

di Glen Keane e John Kahrs

La storia di Over the moon si ispira a una favola cinese che parla della Dea della Luna e del suo desiderio di ricongiungersi con il suo unico vero amore. Questa fiaba ha accompagnato la piccola Fei Fei per tutta la sua infanzia e adesso le serve a farsi forza dopo la morte della madre. Quando però il padre decide di risposarsi, la giovane progetta di raggiungere il satellite per chiedere aiuto proprio alla Dea.

Film d’animazione realizzato da Netflix e piuttosto misteriosamente candidato all’Oscar (e che non ha alcuna chance contro il bellissimo Soul), strizza l’occhio a decine di produzioni Disney senza raggiungerne il livello, a parte che per animazioni e ambientazioni che sono davvero splendide. La struttura che intervalla lo sviluppo della storia a una serie di canzoni – decisamente troppe – è trita e ritrita, inoltre la vicenda manca di mordente e i vari personaggi non sono abbastanza carismatici o spiritosi. Il risultato è un film senza infamia e senza lode, che scorre senza guizzi e che annoia i grandi come i piccini.

Voto: 5