Sitting in Limbo (2020)

di Stella Corradi

con Patrick Robinson, Pippa Bennett-Warner, Nadine Marshall, C.J. Beckford

Basato su una storia drammaticamente vera, Sitting in Limbo svela una vicenda poco nota a noi italiani ma che tocca un tema molto sensibile, ovvero quello dell’immigrazione. Anthony Bryan (Patrick Robinson) è un uomo di origine giamaicana che da più di 50 anni, da quando da bambino si è trasferito con la madre a Londra, vive e lavora in Gran Bretagna. Qui ha conosciuto la sua compagna (Nadine Marshall), con cui ha avuto due figli (C.J Beckford e Pippa Bennett-Warner, quest’ultima vista in un ruolo completamente differente nella divertente serie Sick note) che l’hanno fatto diventare nonno e ha stretto rapporti di amicizia e lavorativi.

In seguito alla richiesta di passaporto – per una modifica dei criteri di gestione degli immigrati, per quanto atipici come Anthony – la sua vita piomba in un inferno di burocrazia, richieste di documenti, incarcerazioni e la spada di Damocle di un rimpatrio (in una Giamaica con cui non ha alcun legame…) sempre più probabile.

Dramma che colpisce duro, questo Sitting in Limbo raggiunge appieno il suo scopo, e ci riesce sia attraverso interpretazioni solide e credibili, sia grazie alla regia di Stella Corradi che indaga con frequenti primi piani i volti sempre più disperati di Anthony e dei suoi familiari e che ci fa sentire a nostra volta impantanati nelle pastoie burocratiche, increduli di fronte all’impotenza del protagonista e alla stolida routine dei funzionari.

Disponibile in streaming su Netflix in lingua originale con sottotitoli in italiano, il film merita la vostra attenzione e, seppur da una prospettiva differente da quella del nostro Paese, mostra come possa essere facile perdere tutto quello che si è costruito in una vita: il lavoro, la casa, la sicurezza economica, la dignità e persino l’identità solo perché certi politici hanno capito che combattere l’immigrazione (senza tenere conto delle infinite sfumature dietro a queso termine) è un ottimo modo di rastrellare consensi…

Voto: 7